Un “frollino” chiamato Canestrello

I canestrelli ? Sono biscotti dalle origini antichissime, pensate che già nel medioevo si preparavano in occasione di matrimoni e feste paesane.

In Liguria comparvero su di una moneta del ‘200, il “Genovino d’oro“, e oggi li incontriamo ovunque nei paesi dell’entroterra e non solo: a Torriglia, a Rovegno, a Montebruno, a Voltri, a Mele e a Sassello, più sottili e più spessi, con zucchero e senza zucchero, ma anche nella versione integrale, in ogni caso dovunque siano prodotti impossibile non esserne conquistati.

Ingredienti

  • 500 g di farina di grano duro
  • 250 g di burro
  • 150 g di zucchero semolato
  • 2 uova
  • zucchero a velo
  • bacca di vaniglia (opzionale)

 Procedimento

Mettete la farina a fontana sulla tavola, unite lo zucchero, il burro ammorbidito e i tuorli, i semi di vaniglia (se vi piace), impastate con cura. Stendete col mattarello una sfoglia alta 1 cm. circa e tagliate con l’apposita formina tanti canestrelli quanti ne consentirà la sfoglia. Disponete i canestrelli su di una teglia unta di burro, montate gli albumi a neve e con un pennello da pasticciere passarli sui dolci.

Infornate a 180° e cuocete, senza farli dorare troppo. Quando saranno freddi spolverizzateli con zucchero a velo o con glassa.

Li potete conservare per parecchi giorni chiusi in contenitori ermetici o in scatole di latta.

Il the e le tisane in abbinamento sono di Meridiani Atelier, tante ottime tisane per tanti gusti particolari adatte ad ogni momento della giornata.

1 Comment

Rispondi a Unabiondaconlavaligia Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...