Carnevale e le bugie

Per secoli il Carnevale a Genova ha rappresentato il periodo festivo di maggior importanza.

In tutte le strade e teatrini della città si svolgevano balli e rappresentazioni ma non solo, anche nei Palazzi storici come ad esempio Palazzo Giustiniani, si tenevano feste organizzate per l’alta Società da dove si poteva anche assistere alle sfilate delle carrozze immancabili a Carnevale. Dalle carrozze si passò poi al Carrosezzo (attorno alla metà del Secolo scorso) dove sfilavano carri con le maschere che arrivavano da tutta Italia affiancate dalle maschere Genovesi quali: il “Paisan” e il “Marcheize” che raccontavano divertenti aneddoti sulle rispettive classi sociali e o “Megu” il Medico, con il librone sottobraccio e la lunga veste nera e ancora la Balia, interpretata da ragazzotti con la cuffietta in testa e il grembiulone.

Immaginate come era vivace la nostra città in quei giorni … ma naturalmente la tradizione gastronomica era al centro delle festività: non potevano infatti mancare ravioli e bugie.

Vi lascio la ricetta delle Bugie chiamate chiacchiere o cenci o sfrappoli o altro ancora nelle varie Regioni Italiane.

Le Bugie di Carnevale

Bugie (Böxïe)

Ingredienti: 500 gr. di farina, 100 gr. di zucchero semolato, 50 gr. di burro, 3 uova, vino bianco secco, olio EVO, zucchero a velo e una bustina di vanillina.

Porre sulla tavola la farina, formare la fontana e versarvi nell’interno lo zucchero, le uova, il burro ammorbidito in precedenza con un pò di vino bianco. Amalgamare il tutto aggiungendo se necessario altro vino onde ottenere un impasto bello morbido e omogeneo. Quando questo sarà abbastanza lavorato stendere con il mattarello una soglia alta 1/2 cm circa. Con la rotella dentata ricavarne rombi e strisce allungate ma sempre romboidali; queste ultime verranno annodate. Friggere con olio ben caldo sgocciolare e asciugare con carta assorbente e spolverizzare con zucchero a velo al quale si sarà unita la vanillina.

In abbinamento un fresco e profumato Moscato Fior d’Arancio, io ho scelto quello di Caferro semplicemente perfetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: