Calvados, Armagnac, Cognac le differenze 1)

No non voglio insegnare niente a nessuno so che sicuramente conoscete già questi magnifici distillati, ma spesso durante i corsi o le degustazioni le differenze tra questi tre eccellenti prodotti non sono proprio così chiare e così eccomi qui per cercare di raccontarle.

Iniziamo dal Calvados che è un distillato di sidro di mele originario e prodotto esclusivamente in Bassa Normandia. In termini di assemblaggio, quello ideale è composto dal 40% di mele dolci, 40% di mele amare e un 20% di mele acide. (pensate che in Normandia esistono ca 150 tipologie di mele!)

Le mele selezionate vengono lavate con l’acqua e pressate, il succo ottenuto viene fatto fermentare per circa tre mesi, (il tempo minimo per sviluppare i necessari aromi), quindi diventa sidro da distillazione.

E per la diversità di distillazione il Calvados viene diviso in più tipologie:

Calvados distillato una sola volta in alambicco continuo. questo tipo di distillazione dà prodotti con un forte aroma di mela e molto fruttati, con un invecchiamento che va dai 10 ai 15 anni. Diciamoche è il prodotto “Base”.

Calvados Pays d’Auge è il prodotto più fine. Subisce una doppia distillazione in alambicchi di rame discontinui. Quindi una lavorazione più lenta e “attenta”. Il colore è ambrato e l’invecchiamento può arrivare ai 20 – 25 anni.

Calvados di Domfrontais, prodotto nell’omonima Regione, prevede l’utilizzo del 15% del “poiré de poires” (sidro di pere), un’aggiunta che lo rende più morbido.

Una curiosità: il “trou Normand” (buco normanno) è l’usanza che prevede di sorseggiare un bicchierino di Calvados tra ogni portata del pranzo che, si dice, stimoli l’appetito.

Pierre Huet

Ho assaggiato quello di Pacory – “Ferme de Grimaux” azienda che si trova nel cuore di Domfront, (il paese delle pere) l’ho trovato un pò troppo fruttato.

E poi ho assaggiato un bel tris di Calvados dell’Azienda Pierre Huet, azienda che si trova a Cambremer, un posto incantevole (sembra il paese della film Disney “La Bella e la Bestia”)

Vieux Calvados 4 anni di invecchiamento in legno sentori di mela un prodotto fresco e piacevole con un bel finale fruttato ma non troppo (utilizzato per il “Tru Normand”)

Calvados Tradition 15 anni un prodotto pluripremiato. Un Calvados elegante con un bell’equilibrio, tosto ma armonioso in bocca. Un vino da meditazione.

Infine ecco il Cordon Or 30 anni, in questo Calvados la mela si percepisce appena, è la cannella la protagonista; il colore è un bell’ambrato e ha un’eleganza aromatica incredibile. Nel finale un bel gusto di confettura di mele cotogne !

Una curiosità: questo ultimo Calvados viene regolarmente servito in uno dei ristoranti dello Chef Paul Bocuse.

Alla prossima con l’Armagnac!

Mercato a Trouville

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: